Loading...

domenica 31 agosto 2014

Luigi Di Maio (M5S): SkyTG24: Terni, “Salveremo l’Ast”



Segui Montecitorio 5 Stelle su:
www.facebook.com/montecitoriocinquestell­e
www.twitter.com/M5SMontecitorio

LA STORIA DEL PANFILO BRITANNIA TRA MITO E REALTA'

Claudio Borghi Aquilini e Marco Rizzo 29/08/2014

Paola Nugnes (M5S): Tg2 "Reddito di cittadinanza Ce lo chiede l'Europa"



Ajoutée le 30 août 2014
Segui Montecitorio 5 Stelle su:
www.facebook.com/montecitoriocinquestell­e
www.twitter.com/M5SMontecitorio

RaiNews24 su M5S Stop alla disinformazione del TG1 - l'interrogazione d...



Ajoutée le 26 août 2014
Segui Montecitorio 5 Stelle su:
www.facebook.com/montecitoriocinquestell­e
www.twitter.com/M5SMontecitorio

Pedros: notizie,analisi dal fronte ucraino e altro

passaparola adesso: Alfonso Bonafede (M5S): Riforma della Giustizia

passaparola adesso: Alfonso Bonafede (M5S): Riforma della Giustizia:



Alfonso Bonafede (M5S): Riforma della Giustizia



Ajoutée le 30 août 2014
Segui Montecitorio 5 Stelle su:
www.facebook.com/montecitoriocinquestell­e
www.twitter.com/M5SMontecitorio

Released: Russian paratroopers back home after detention in Ukraine



Tutti i paracadutisti russi che sono stati arrestati all'inizio della settimana in Ucraina orientale, sono stati consegnati alla Russia, vice comandante delle Forze Airborne, il generale Aleksey Ragozin ha confermato.

ALTRA REALTA': Economist ; eurozona che affonda

ALTRA REALTA': Economist ; eurozona che affonda:



Economist, in copertina Renzi, Merkel e Hollande sulla barca Eurozona che affonda

Il settimanale economico britannico titola: "Quella sensazione di affondare (di nuovo)". E, nell'editoriale, spiega che "l’euro potrebbe essere condannato" se i leader dei maggiori Paesi "non riusciranno a trovare il modo di rimettere a galla l’economia". Quanto a Draghi, l'unico che nella foto tenta di salvare la barca, "nonostante i suoi sforzi la politica monetaria e fiscale è troppo restrittiva"



Una barchetta fatta con un banconota da 20 euro che rischia di affondare. A bordo Matteo Renzi che tiene in mano un gelato e davanti a lui, a prua, Francois Hollande che scruta l’orizzonte e una soddisfatta Angela Merkel. A poppa, Mario Draghi che cerca di svuotare lo scafo dall’acqua che lo sta sommergendo. E’ la copertina con cui l’Economist lancia l’allarme sui nuovi rischi per l’economia dell’Unione e la stabilità dell’euro, dopo “l’illusione” di essere riusciti a superare la tempesta. “Nelle ultime settimane i paesi dell’eurozona hanno ricominciato a fare acqua”, scrive il settimanale economico nell’editoriale che dà il titolo alla copertina, “Quella sensazione di affondare (di nuovo)”. “Se Germania, Francia e Italia non riusciranno a trovare il modo di rimettere a galla l’economia dell’Europa, l’euro potrebbe essere condannato”, avvisa il giornale britannico. “Le cause profonde dei nuovi malanni dell’Europa sono tre problemi ben noti e correlati” scrive l’Economist, riferendosi alla mancanza di leader con il “coraggio per le riforme”, ad un’opinione pubblica ancora non “convinta della necessità di cambiamenti radicali e ad un “sistema monetario e di bilancio troppo rigido”. Mali che vengono “drammaticamente rappresentanti dalla Francia” di Hollande, scrive l’Economist, che ha parole molto severe per il presidente francese. Mentre concede ancora un’apertura di credito a “Renzi che ha coraggiosamente spinto per drastiche riforme”, pur “ancora comunque da portare a termine”. Quanto a Draghi, “nonostante i suoi sforzi la cornice di politica monetaria e fiscale è troppo restrittiva e soffoca la crescita”.

Fonte il fatto quotidiano
http://altrarealta.blogspot.it/

VELATE (E NEMMENO TANTO) MINACCE DAL COSIDDETTO ‘ALLEATO’ SAUDITA...

VELATE (E NEMMENO TANTO) MINACCE DAL COSIDDETTO ‘ALLEATO’ SAUDITA...
Re Abdullah dell’Arabia Saudita ha avvisato che l’Occidente: “...Sarete il prossimo obiettivo dei jihadisti di ISIS. Se li ignorate, sono sicuro che raggiungeranno l’Europa in un mese e l’America in un altro mese...”, ha detto in un discorso citato oggi dai media sauditi. Il re stava parlando ad una cerimonia di benvenuto per i nuovi ambasciatori, tra cui quello degli Stati Uniti. Come gli Usa, l’Arabia Saudita finanzia terroristi per disarticolare governi nemici – in Italia si finanziano magistrati, ma questo è un altro discorso – è accaduto così anche con ISIS, come accadde con i Talebani. Quasi sempre, poi, le creature diventano ‘ingrombranti’ anche per il creatore.
Qatar e Arabia Saudita preparano la loro versione crudele e falsa di Islam, per disarticolare il mondo arabo a vantaggio dell’espansione israeliana. Questi due paesi sono i veri nemici del mondo arabo e dell’umanità e la loro distruzione farebbe giustizia delle vittime del conflitto, ma anche del profeta Muhammad stesso, la cui parola è usurpata da regimi feudali assetati di sangue e privi di alcun rispetto per la specie umana.

Palestina: la rabbia di una bambina - SUB ITA



Ajoutée le 30 août 2014
Una piccola bambina palestinese, che vive quotidianamente l'orrore dell'occupazione israeliana, racconta come le è stata rubata l'infanzia con grande consapevolezza e maturità.

Video tratto dal documentario Occupation 101

Tg2 su M5S Italia 5 Stelle chiama Rolling Stones #RollingStones5Stelle

Gli Stati Uniti hanno rilasciato Venerdì dei filmati della distruzione di un presunto camion armato dello Stato islamico (ISIS) nei pressi di Erbil il 26 agosto Si mostra come il veicolo viene monitorato e fatto saltare in aria poco dopo.

US military released footage Friday of the destruction of an alleged Islamic State (ISIS) armed truck near Erbil on August 26. Footage from US Central Command shows the vehicle being monitored and blown up shortly after.

COURTESY: RT's RUPTLY video agency, NO RE-UPLOAD, NO REUSE - FOR LICENSING, PLEASE, CONTACT http://ruptly.tv

PerChiunqueHaCompreso: "MASSIMO AVRA' GIUSTIZIA. NON C'E' ALTERNATIVA" di Elia Menta

PerChiunqueHaCompreso: "MASSIMO AVRA' GIUSTIZIA. NON C'E' ALTERNATIVA"

sabato 30 agosto 2014

Un ex ricercatore medico per la CDC, Dr. William Thompson, ha recentemente ammesso di aver commesso frodi omettendo i dati cruciali da uno studio che porta sul legame tra l'autismo e il vaccino MMR.


Prof Boyd Haley BLASTS Thimerosal #CDCWhistleblower
Un ex ricercatore medico per la CDC, Dr. William Thompson, ha recentemente ammesso di aver commesso frodi omettendo i dati cruciali da uno studio che porta sul legame tra l'autismo e il vaccino MMR. 
Questo è l'aggiunta di fuoco ad un lungo dibattito su un collegamento tra autismo e vaccini. Uno degli ingredienti spesso citati al centro della controversia, Thimerosal o Mercurio, è comunemente usato nei vaccini come conservante. 
Le affermazioni della FDA che stanno lavorando con i produttori di vaccini "per ridurre o eliminare il thimerosal dai vaccini." (1) 
Partecipa per ora il professore di chimica in pensione Boyd Haley presso l'Università del Kentucky, uno dei maggiori esperti mondiali nello studio del ruolo di Thimerosal, e di come esso influisce sul corpo umano. 
Discuteremo Thimerosal, l'autismo, e l'attuale controversia al CDC.
NextNewsNetwork
A former medical researcher for the CDC, Dr. William Thompson, has recently admitted to committing fraud by omitting crucial data from a leading study on the link between autism and the MMR vaccine.

This is adding fire to a long standing debate about a connection between autism and vaccines. One of the ingredients often cited at the center of the controversy, Thimerosal or Mercury, is commonly used in vaccines as a preservative.

The FDA claims they’re working with “vaccine manufacturers to reduce or eliminate thimerosal from vaccines.” (1)

Joining me now is retired professor of chemistry Boyd Haley from the University of Kentucky, one of the world's leading experts in the study of the role of Thimerosal, and how it affects the human body.

We’ll discuss Thimerosal, autism, and the current controversy at the CDC. 

"MANTENIAMO, ALMENO, UN PO' DI DIGNITA' "

nocensura.com - Ungheria: aziende luce, gas e trasporti diventano "no profit" e calano le bollette!

nocensura.com: Ungheria: aziende luce, gas e trasporti diventano ...:



L'UNGHERIA FA CONFLUIRE LE UTILITIES (LUCE GAS TRASPORTI RISCALDAMENTO) IN HOLDING NO PROFIT (E NUOVO TAGLIO BOLLETTE!)

L'UNGHERIA FA CONFLUIRE LE UTILITIES (LUCE GAS TRASPORTI RISCALDAMENTO) IN HOLDING NO PROFIT (E NUOVO TAGLIO BOLLETTE!)

BUDAPEST - Il presidente dell'Ungheria - lui sì, eletto - Viktor Orbán ha creato una holding statale per gestione unificata di tutte le utilities: luce, gas, trasporti pubblici, riscaldamento abitativo, e altri servizi minori. Quindi, mentre è previsto anche un nuovo taglio alle bollette - notizia dentro la notizia della nascita della Holding pubblica per i servizi fondamentali ai cittadini -  il governo ungherese si prepara a far confluire tutte le utilities in un’unica holding non profit.

Avete letto bene: NO PROFIT!

L’ufficio del primo ministro fa sapere che Viktor Orbán ha già incaricato un gruppo di lavoro - cui partecipano anche dai ministri di giustizia, sviluppo e degli interni - alla preparazione dell’unione delle compagnie statali di elettricità, gas e riscaldamento centralizzato.

I diritti di proprietà e i poteri regolatori sull’holding saranno esercitato dal responsabile dell’ufficio del primo ministro.

Entro il 15 settembre prossimo, sarà pronta la proposta completa dei necessari cambiamenti legali da effettuare per costituire la holding. 

Inoltre, un nuovo taglio alle bollette, dopo quelli del 20 e del 10% consecutivi effettuati negli ultimi otto mesi, è in agenda già a partire dal 1° settembre.

La riduzione per l’elettricità sarà del 5,7% secondo quanto anticipato da Szilard Nemeth, sindaco di uno dei comuni di Budapest (Csepel) con incarico governativo per il taglio dei costi delle utilities.

Tagli per le altre utenze sarebbero previsti, ha aggiunto Nemeth, anche a beneficio delle aziende.

Tutto ciò può accadere perchè Orbàn prima ha cacciato dall'Ungheria l'FMI, poi ha ripreso il controllo della Banca Centrale ugherese dopo aver cacciato anche la BCE, e quindi è in grado di poter governare con accortezza la valuta - sovrana - del suo Paese. Da non scordare che oltre a questi tagli sostanziali delle bollette dei servizi, il governo Orbàn ha anche aumentato le pensioni, migliorando di molto il tenore di vita degli anziani ungheresi.

In Italia invece, per colpa della folle quanto sciagurata adesione all'euro, la Banca d'Italia non emette valuta, è impossibile qualsivoglia politica valutaria e per conseguenza il Paese è caduto nella più granda catastrofe della sua storia dalla fine della Seconda Guerra Mondiale.


Fonte: ilnord.it

SU UNGHERIA E PREMIER UNGHERESE ORBAN LEGGI ANCHE:



Fonte: http://informatitalia.blogspot.com/2014/08/ungheria-aziende-luce-gas-e-trasporti.html

Dalla pagina Facebook di Giulietto Chiesa - 30 agosto 2014 - Boeing: non vogliono dirci la verità che hanno scoperto - Le chiavi del mistero della 'Ustica ucraina' sono saldamente nelle mani del governo di Kiev, che potrà decidere se tenerle per sé. [Giulietto Chiesa e Pino Cabras]


Boeing: non vogliono dirci la verità che hanno scoperto
Le chiavi del mistero della 'Ustica ucraina' sono saldamente nelle mani del governo di Kiev, che potrà decidere se tenerle per sé. [Giulietto Chiesa e Pino Cabras]
Redazione
sabato 30 agosto 2014 17:04
megachip.globalist.itCommenta

di Giulietto Chiesa e Pino Cabras.

Le chiavi del mistero della «Ustica ucraina» sono saldamente nelle mani delgoverno di Kiev, che potrà decidere se tenerle per sé. I risultati delle indagini sui resti del Boeing della Malaysia Airlines abbattuto il 17 luglio 2014 sul quadrante sudorientale dello spazio aereo ucraino sono segreti e potranno rimanere tali a discrezione di alcuni paesi interessati, tra cui la stessa Ucraina.

La clamorosa rivelazione è rimasta sotto traccia per diverse settimane, nonostante ne avessero già parlato diverse insospettabili fonti ucraine, tra cui l'Agenzia Interfax-Ucraina e l'agenzia filogovernativa UNIAN. I grandi media occidentali non l'hanno ripresa.

La notizia è questa: l'Ucraina, i Paesi Bassi, l'Australia e il Belgio hanno firmato, in data 8 agosto, un «Non Disclosure Agreement», ossia un accordo per non rendere noti i risultati ottenuti fin qui dall'inchiesta sul volo MH17. A parlarne è stato il portavoce del procuratore generale dell'Ucraina, Jurij Bojčenko, nel corso di un briefing tenutosi il 12 agosto.

L'esponente della magistratura ucraina ha definito questo accordo quadripartito «senza precedenti». È stato infatti firmato, irritualmente, mentre stavano indagando le autorità competenti, «senza il coinvolgimento dei ministeri degli esteri dei paesi» coinvolti. Pertanto il livello politico di governo è schermato, mentre la decisione formale sul segreto di Stato rimane in capo, in apparenza, solo a un livello "tecnico". In realtà il peso politico dell'accordo internazionale è confermato da un passaggio successivo. Dopo la firma, infatti, la Verkhovna Rada (il Parlamento dell'Ucraina) ha ratificato l'accordo e ha consentito la partecipazione aggiuntiva alle fasi tecniche dell'inchiesta da parte di personale specializzato della Malaysia, paese direttamente interessato e colpito dalla tragedia.

La squadra dei firmatari (e decisori) comprende dunque, oltre all'Australia, due paesi chiave della NATO, Belgio e Paesi Bassi, anche se il Belgio ha avuto solo quattro vittime. Ma non comprende - in sede di decisioni - la Malaysia. Tuttavia il vero paese-chiave è l'Ucraina, cioè il primo responsabile del controllo del proprio spazio aereo, che ottiene una sorta di diritto agli "omissis" dai partner dell'inchiesta.

I risultati dell'indagine saranno pubblicati una volta che essa sarà completata soltanto se prevale un accordo di consenso di tutte le parti che hanno firmato l'accordo. Cioè ognuna delle parti, se ha interesse, ha diritto di veto alla pubblicazione. Il tutto «senza dover offrire ulteriori spiegazioni».

Si può star certi che l'insolito accordo quadripartito non esimerà la Russia dal sollevare la questione in termini giuridici e politici a livello internazionale. Al momento l'ICAO (International Civil Aviation Organization) non ha reagito alla notizia.

Sebbene i media e i governi occidentali avessero dichiarato all'istante la loro "certezza" su chi fosse responsabile dell'abbattimento, gli esperti internazionali ammettono che per l'indagine sui frammenti del Boeing 777 malaysiano ci vorranno parecchie settimane. La seconda fase riguarderà le ricerche sui resti delle vittime del disastro del volo MH17.

Il grande silenzio mediatico che ha ormai avvolto la vicenda fa presumere che i risultati dell'indagine siano effettivamente secretati e che la perizia finale non verrà diffusa (o che lo sarà solo dopo qualche anno, quando le cause politiche del disastro avranno già perduto la loro rilevanza, sostituite da altre tragedie).

Il sospetto è che risultati provvisori dell'inchiesta dimostrino già oggi che i responsabili del disastro non siano né a Mosca né fra i ribelli di Donetsk.



Boeing : ne veux pas nous dire la vérité qui ont découvert le mystère de ' Ukraine Ustica sont fermement entre les mains du gouvernement à Kiev, qui décidera de les garder pour soi. [Giulietto Chiesa et Pino Cabras]
Samedi 30 août 2014 17:04 megachip.globalist.itCommenta éditorial par Giulietto Chiesa et Pino Cabras.

Le mystère du « Ukraine » Ustica sont fermement entre les mains du gouvernement à Kiev, qui décidera de les garder pour soi. Les résultats des enquêtes sur les restes de la Boeing Malaysia Airlines abattu le quadrant sud-est sur 17 juillet 2014 de l'espace aérien ukrainien sont secrets et tel restera à la discrétion des pays concernés, notamment l'Ukraine.

La révélation sensationnelle est resté cachée pendant plusieurs semaines, bien qu'ils avaient déjà parlé à plusieurs sources ukrainiennes insoupçonnées, y compris la démonstration de pro-gouvernement Agence agence Interfax-Ukraine et UNIAN. Les grands médias occidentaux n'ont pas repris.

La nouvelle est la suivante : l'Ukraine, les pays-bas, l'Australie et Belgique, signé le 8 août, un "Non-Disclosure Agreement", c'est-à-dire un engagement à ne pas divulguer les résultats obtenus jusqu'ici par l'enquête sur le vol MH17. Sur le sujet, a été la porte-parole du Procureur général d'Ukraine, Yuri Bojčenko, au cours d'une réunion d'information tenue le 12 août.

L'exposant de la magistrature, l'Ukraine a défini cet accord quadripartite "sans"précédent. Elle a été signée, irritualmente, alors qu'ils enquêtaient sur les autorités compétentes, sans la participation des ministères des affaires étrangères des pays concernés. » Donc le niveau politique du gouvernement est blindé, et la décision formelle sur les secrets d'Etat reste dans la tête, apparemment, qu'un niveau « technique ». En fait, le poids politique de l'accord international est confirmé par une étape ultérieure. Après la signature, la Verkhovna Rada (Parlement ukrainien) a ratifié l'accord et a permis une participation supplémentaire pour les phases techniques de l'enquête, par un personnel qualifié, de la Malaisie, le pays directement concernés et touchés par cette tragédie.

L'équipe des signataires (et décideurs) comprend donc, en plus de l'Australie, deux principaux pays de l'OTAN, la Belgique et les pays-bas, bien que la Belgique avait seulement quatre victimes. Mais ne pas inclure-dans les décisions la Malaisie. Cependant, la véritable clé est l'Ukraine, pays, qui est principalement responsable du contrôle de son espace aérien, qui obtient une sorte de droit de « omis » par les partenaires de l'enquête.

Les résultats du sondage seront publiés lorsqu'il est en place que s'il règne un consensus de toutes les parties qui ont signé l'accord. Autrement dit, si l'autre partie a un intérêt, a le droit d'opposer son veto de publication. L'ensemble « sans offrir de plus explication. »

Vous pouvez être assuré que l'insolite nous excusons pas l'accord quadripartite de Russie en soulevant la question en termes juridiques et politiques à l'échelle internationale. Au moment de l'OACI (Organisation de l'Aviation civile internationale) n'a pas réagi aux nouvelles.

Bien que les médias et les gouvernements occidentaux avaient déclaré instantanément leur « certitude » quant à qui était responsable du meurtre, des experts internationaux qui concèdent pour l'étude des fragments de la Malaisie de Boeing 777, il faudra plusieurs semaines. La deuxième phase portera sur la recherche sur les restes des victimes de la catastrophe du vol MH17.

Le grand silence qui a enveloppé l'histoire suggère que les résultats du sondage sont effectivement classées et que le rapport final ne sera pas généralisé (ou qu'il sera qu'après quelques années, quand les causes politiques de la catastrophe ont déjà perdu leur pertinence, remplacé par d'autres tragédies).

Le soupçon est que les résultats provisoires de l'enquête montrent aujourd'hui que les responsables de la catastrophe sont ni à Moscou, ni entre les rebelles de Donetsk.(Traduit par Bing)

Il punto di Giulietto Chiesa: bugiardi nel panico | Pandora TV

Il punto di Giulietto Chiesa: bugiardi nel panico | Pandora TV


Ajoutée le 29 août 2014
C’è qualcosa di davvero inquietante in questa forsennata reiterazione di puerili bugie che l’America e l’Europa, istericamente, rovesciano sulle opinioni pubbliche frastornate dell’Occidente. Smentirle ad una ad una si può senza difficoltà, ma non si può ignorare la tremenda potenza inquinatrice – e preparatoria alla guerra – che esse producono.

Il Punto di Giulietto Chiesa - Boeing: Non vogliono dirci la verità che hanno scoperto

Il punto di Giulietto Chiesa – Boeing: Non vogliono dirci la verità che hanno scoperto | Pandora TV



In Siria i cristiani pagano 500 dollari ai terroristi islamici per aver salva la vita



Ajoutée le 4 mars 2014
In Siria i cristiani pagano 500 dollari ai terroristi islamici per aver salva la vita. E l'Occidente li sostiene! (Magdi Cristiano Allam, Intervento nel Parlamento Europeo, Bruxelles, 4/3/2014)

Dopo 5 anni nel Parlamento Europeo dico che quest'Europa è da rottamare



FONTE: http://www.nocensura.com/2014/08/lordine-dei-giornalisti-vuole-tappare.html?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed%3A+nocensura%2Ffeed+%28nocensura.com%29


nocensura.com: L'ordine dei giornalisti vuole tappare la bocca a Magdi Cristiano Allam

nocensura.com: L'ordine dei giornalisti vuole tappare la bocca a ...:



La vignetta di Oscar Galliano


A cura di Alessandro Raffa  per nocensura.com









height
Apprendiamo con sdegno la decisione dell'ordine dei giornalisti di procedere contro Magdi Cristiano Allam, accusato di "islamofobia" per aver espresso pareri molto critici contro il fondamentalismo islamico mediante alcuni articoli pubblicati su Il Giornale.

I dettagli della questione li potete leggere nell'articolo I taglialingua



Magdi Cristiano ha incassato il sostegno di molti giornalisti, oltre che di molti cittadini, e sul web è partita una mobilitazione in suo favore con l'hashtag #iostoconmagdi.


Oltretutto una settimana fa Allam ha segnalato che il suo profilo Facebook è stato bloccato per due volte, a seguito della pubblicazioni di contenuti sugli orrori del califfato islamico ISIS. E c'è da evidenziare come non sia l'unico caso di censura: anche un blog che raccoglieva materiale e documenti sullo stesso tema, al quale tra gli altri contribuiva un nostro collaboratore, è stato chiuso da Blogger, in quanto avrebbe "violato i regolamenti" in materia di "istigazione all'odio".


Documentare gli orrori di un gruppo terrorista che decapita, crocifigge, uccide sommariamente persone solo perché appartenenti ad un'etnia o ad una confessione religiosa diversa dalla loro può esser considerato istigazione all'odio verso l'Islam?Curioso, se pensiamo che il principale mezzo di reclutamento e di propaganda dei terroristi fondamentalisti è il web, ed in particolare Youtube e Twitter, dove sono numerosissimi i loro video e contenuti propagandistici, che sembrano trovare ospitalità senza particolari problemi.


Noi di nocensura.com NON CONDIVIDIAMO la posizione di Magdi Cristiano Allam circa la questione palestinese, nel cui contesto sostiene apertamente Israele; i palestinesi hanno giuste recriminazioni, Hamas pur con metodi talvolta censurabili richiede il rispetto dei trattati internazionali (violati da Israele, che occupa abusivamente territori) ed i diritti del popolo palestinese, che vive in condizioni di vero e proprio apartheid. Inoltre in Palestina il governo di Hamas non impone la "sharia", la legge islamica, e nonostante sia affiliato alla "fratellanza palestinese" non ha mai commesso gli orrori che invece sono all'ordine del giorno in Iraq ed in Siria a opera dell'ISIS.



Tuttavia, non possiamo negare che quando parla di fondamentalismo islamico, Magdi Cristiano Allam ha ragione. E' un profondo conoscitore del fondamentalismo, che ha avuto modo di conoscere in prima persona, e segue molto attentamente la situazione mediorientale.



Quando gli USA ed i loro alleati volevano aggredire il governo legittimo di Bashar Assad in Siria, con l'aiuto dei mass media, che criminalizzavano Assad addebitando al suo esercito orrori che non ha commesso, tra cui l'impiego di armi chimiche, che è stato accertato sono state usate dai miliziani ostili al governo di Assad, Magdi Cristiano Allam fu uno dei pochi - se non l'unico - giornalista italiano e occidentale ad opporsi ad un intervento contro Assad; era l'unico che evidenziava che se gli USA avessero spodestato Assad, sarebbero saliti al potere i fondamentalisti islamici, che i mass media occidentali dipingevano come "eroi, moderati, che vogliono la democrazia in Siria".











A Magdi Allam inoltre dobbiamo dare atto di avere sempre seguito la situazione in Siria ed in Mesopotamia con molta attenzione, evidenziando i soprusi e la mattanza dei cristiani (e non solo) MOLTO prima che i mass media iniziassero a parlarne. 



I governi ed i media occidentali hanno iniziato a parlare di ISIS e degli orrori da loro commessi solo dopo la proclamazione del califfato islamico, nel Luglio 2014. Per quasi 4 anni hanno fatto finta di niente dinnanzi al bagno di sangue commesso in Siria, e per un anno hanno finto di non vedere cosa stesse accadendo in Iraq, "accorgendosi" dell'ISIS solo quando questo ha conquistato metà territorio iracheno e metà territorio siriano. 



Gli USA e la comunità internazionale hanno permesso a ISIS di dilagare, di impadronirsi di giacimenti di petrolio e di gas, che vendono sottobanco alla Turchia ricavando almeno 3 milioni di euro al giorno per finanziare la jihad. Gli è stato permesso di conquistare i depositi di armi - tra cui cannoni, carri armati e altre armi pesanti - che gli Usa avevano fornito all'esercito iracheno. Hanno consentito a ISIS di rinforzarsi, passando nel giro di pochi mesi da una forza di 15.000 miliziani agli attuali 100.000, in continua crescita. Secondo alcune stime, che potrebbero essere sottostimate, ISIS ha una disponibilità di contanti e oro di almeno 2 miliardi di dollari, frutto di finanziamenti ricevuti dal Qatar, dalla Turchia e da altre nazioni; hanno svuotato i caveau delle banche di Tikrit, Mosul, Nassyria, Raqqa, nella zona di Aleppo e di molte città in Iraq ed in Siria; hanno commesso vasti saccheggi a negozi e cittadini "infedeli e apostati", ovvero i cristiani, gli Yazidi, gli appartenenti ad altre minoranze, ma anche agli islamici sciiti.



In ogni caso, al di là delle idee personali di ciascuno, è intollerabile che un giornalista sia privato della facoltà di esprimere i propri pensieri e le proprie riflessioni; e crediamo che anche coloro che non apprezzano le idee di Magdi Allam, in questa occasione dovrebbero solidarizzare con lui. 


Punire un giornalista per i concetti che esprime aprirebbe un precedente pericoloso per la libertà di espressione e di stampa.



A Magdi Allam inoltre dobbiamo riconoscere il coraggio di sostenere idee spesso in dura contrapposizione con il sistema. E' uno dei pochi giornalisti e politici, se non l'unico, che non solo si oppone all'euro, e propone l'immediata uscita dell'Italia dalla moneta unica, ma parla in modo chiaro e diretto di signoraggio e della truffa del sistema monetario, gestito da banche centrali private, di cui ha parlato anche su quotidiani main stream (vedi questo articolo).



Ha avuto il coraggio di criticare e di prendere le distanze dalla Chiesa, a differenza della quasi totalità dei politici e dei giornalisti che dinnanzi al Vaticano si "inchinano" in modo acritico e servile, per tenersi buono quello che è senza dubbio uno dei principali poteri forti. Una posizione che gli è consapevolmente costata il sostegno di una parte dell'elettorato cattolico e di certi poteri forti, espressa nel periodo "peggiore", ovvero poco dopo la nomina di Papa Francesco, esaltatissimo da tutti i media e venerato da orde di cristiani. Certo non è stata una posizione conveniente per lui, e in una società dove i politici si muovono solo per convenienza politica (e magari economica) questo aspetto non può che essere apprezzato. 



Nonostante sostenga Israele nella questione palestinese (posizione che noi, ribadisco non condividiamo) quando USA e Israele volevano attaccare Assad, lui non si è schierato dalla loro parte, come hanno fatto tutti i giornalisti servi, anche mediante montature mediatiche, bensì si è schierato contro l'intervento, al quale per fortuna gli USA hanno desistito,  perché se ci fosse stato oggi la situazione sarebbe gravissimaMentre tutti spianavano la strada alla guerra contro Assad, Magdi - che ha una certa influenza nell'opinione pubblica filoisraeliana - dichiarò: "non capisco come Israele possa voler spodestare Assad, che è un dittatore, ma se dovesse cadere la Siria finirebbe in mano ai fondamentalisti islamici".



Le idee di Magdi Cristiano possono piacere o meno: ma ci sembra una persona in "buona fede", che sostiene le idee che a suo avviso sono giuste, e non dettate da convenienza personale.



Attaccando Magdi Cristiano Allam, l'ordine dei giornalisti si sta dando la zappa sui piedi, minando ulteriormente la credibilità di una categoria che di "credibilità", agli occhi dell'opinione pubblica, ne ha sempre meno: e se consideriamo che nella classifica della "libertà di stampa nel mondo" di "Reporter Senza Frontiere" siamo assimilati ai regimi sudamericani e caucasici, non potrebbe essere altrimenti.



A cura di Alessandro Raffa 

Luigi Di Maio (M5S): Rainews24 "Renzi inserisca acciaierie Lucchini tra tra priorità sblocca italia".



Segui Montecitorio 5 Stelle su:
www.facebook.com/montecitoriocinquestell­e
www.twitter.com/M5SMontecitorio

Scie chimiche: la guerra segreta (Documentario-Promo 2)



http://passaparoladesso.blogspot.it/2014/08/scie-chimiche-la-guerra-segreta-link_28.html

SCIE CHIMICHE: LA GUERRA SEGRETA - Link Ufficiale

I 6 punti chiave di un Mentitore-Bugiardo

Il romanzo Inferno di Dan Brown e la sovrappopolazione del pianeta - http://scienzamarcia.blogspot.it/


Nel risvolto di copertina del libro “Inferno” del famoso scrittore Dan Brown leggiamo che il ritmo del romanzo, il simbolismo ed i personaggi:
conducono a un esito raro per i romanzi d’azione: instillare nel lettore il fascino del male, addirittura la sua salvifica necessità.
Ma di quale “male necessario e salvifico” si parla?

Vi ricordate le parole pronunciate dal britannico principe Filippo d’Edimburgo (il consorte dell'attuale regina Elisabetta) che suonano grosso modo così: “se potessi reincarnarmi vorrei rinascere sotto forma di un virus mortale per decimare la popolazione di questo pianeta”?

Ebbene il libro narra di persone che si apprestano ad arrecare un grosso danno alla popolazione umana avendo in mente il fine “salvifico” di ridurre la sovrappopolazione globale.

Certo, la sorappopolazione del pianeta è per certi versi un problema, e persino io mi auguro una riduzione della popolazione terrestre, ma ricordiamoci che la fame nel mondo non è causata tanto dall'eccesso di popolazione quanto da certi rapporti di sudditanza economica dei paesi più poveri nei confronti degli stati ex coloniali e delle loro multinazionali, e che il mezzo più semplice e sicuro di ridurre la sovrappopolazione è quello di eliminare la povertà: laddove aumenta la ricchezza e la sicurezza la famiglia tente a fare meno figli. Chi avesse dei dubbi al riguardo è pregato di leggere il datato, ma ancor valido, saggio di Susan George intitolato "Come muore l'altra metà del mondo" (How the other half dies).

Più preoccupante è il peso per l'ecologia del pianeta di diversi miliardi di persone che vogliono tutte avere l'automobile, il frigorifero, il cellulare, etc. Ma anche questo è un peso che deriva da una serie di bisogni indotti dalla manipolazione dei mass media e della pubblicità, nonché da una forma di pseudo-progresso che è avanzato quasi sempre lungo una direzione anti-umana.

A ben vedere anche la sensazione che la sovrappopolazione sia un grosso pericolo per la sorte del pianeta (e che possa essere risolto solo "grazie" a guerre ed epidemie) è indotta dallo stesso tipo di manipolazione di cui sopra. Devo dire che molte persone, pur sapendo di veri e propri crimini globali come la “geoingegneria clandestina”, tendono a volte a giustificarla (non avendo bene approfondito la questione) asserendo che in fin dei conti se qualcuno tramasse allo scopo di ridurre la popolazione non farebbe poi troppo male. Ci sono persone che invece che rivoltarsi in base ad un vitale istinto di autodifesa, fanno spallucce e quasi giustificano le élite globali che governano questo pianeta: siamo troppi su questo mondo pensano, l’uomo si comporta come un agente distruttore per gli equilibri ecologici del pianeta, affermano.

Quel che tanti non comprendono a fondo, purtroppo, è che se l’uomo agisce in maniera scellerata avvelenando il pianeta su cui egli stesso vive, sono le porprio le potenti élite globali a pianificare questo avvelenamento, rendendo l’uomo comune partecipe in certa misura dello scempio, inducendolo a compiere quotidianamente azioni nocive (come per esempio lavare la biancheria con detersivi che avvelenano l’ecosistema marino) per poi addossare la colpa unicamente su di lui. E per far sì che l’uomo comune non si renda conto della cospirazione che le élite perpetrano, vengono utilizzati sofisticati mezzi di propaganda e di lavaggio del cervello.

Certi romanzi servono (come del resto viene palesemente ammesso nel risvolto di copertina) ad instillare determinate idee nell’opinione pubblica. Il messaggio (ormai non più subliminale) si somma a tanti altri messaggi, vedi ad esempio la storia del cosiddetto riscaldamento globale causato dalle attività umane che starebbe distruggendo gli equilibri climatici del pianeta, in realtà una foglia di fico che serve a nascondere una vera e propriaguerra ambientale) che sta letteralmente distruggendo la biosfera terrestre. Ma a forza di ripetere sempre lo stesso concetto, pubblicità, mass-media e testi scolastici, fanno sì che la gente finisca per introiettarlo.

Il romanzo “Inferno” risale allo scorso anno, un anno prima del recente esplodere di una nuova epidemia di Ebola, ed in esso si parla di tecnologie di manipolazione genetica per immunizzare la popolazione umana (propaganda ai nuovi vaccini?) e ditransumanesimo. Potrebbe sembrare di leggere nel libro una denuncia anche nei confronti di questa filosofia, a me ben poco simpatica, ma … ricordate le parole citate in apertura di articolo? Per altro in certe circostanze vale anche l'adagio che si parli bene, che si parli male, purché se ne parli (è pur sempre pubblicità).

Da notare che sul finire del libro uno dei personaggi afferma:
Esiste un’unica forma di contagio che di trasmette più rapidamente del virus. Ed è la paura.
Sebbene questa volta ci sia da temere che l'agente infettivo sia stato artificialmente creato/trasformato affinché sia davvero pericoloso, è sicuramente tramite la veicolazione della paura che si riesce a manipolare la popolazione e si ottiene la sua "obbedienza".

la scienza marcia e la menzogna globale: Il romanzo Inferno di Dan Brown e la sovrappopolazione del pianeta

la scienza marcia e la menzogna globale: Il romanzo Inferno di Dan Brown e la sovrappopolaz...:



Nel risvolto di copertina del libro “Inferno” del famoso scrittore Dan Brown leggiamo che il ritmo del romanzo, il simbolismo ed i personaggi:
conducono a un esito raro per i romanzi d’azione: instillare nel lettore il fascino del male, addirittura la sua salvifica necessità.
Ma di quale “male necessario e salvifico” si parla?

Vi ricordate le parole pronunciate dal britannico principe Filippo d’Edimburgo (il consorte dell'attuale regina Elisabetta) che suonano grosso modo così: “se potessi reincarnarmi vorrei rinascere sotto forma di un virus mortale per decimare la popolazione di questo pianeta”?

Ebbene il libro narra di persone che si apprestano ad arrecare un grosso danno alla popolazione umana avendo in mente il fine “salvifico” di ridurre la sovrappopolazione globale.

Certo, la sorappopolazione del pianeta è per certi versi un problema, e persino io mi auguro una riduzione della popolazione terrestre, ma ricordiamoci che la fame nel mondo non è causata tanto dall'eccesso di popolazione quanto da certi rapporti di sudditanza economica dei paesi più poveri nei confronti degli stati ex coloniali e delle loro multinazionali, e che il mezzo più semplice e sicuro di ridurre la sovrappopolazione è quello di eliminare la povertà: laddove aumenta la ricchezza e la sicurezza la famiglia tente a fare meno figli. Chi avesse dei dubbi al riguardo è pregato di leggere il datato, ma ancor valido, saggio di Susan George intitolato "Come muore l'altra metà del mondo" (How the other half dies).

Più preoccupante è il peso per l'ecologia del pianeta di diversi miliardi di persone che vogliono tutte avere l'automobile, il frigorifero, il cellulare, etc. Ma anche questo è un peso che deriva da una serie di bisogni indotti dalla manipolazione dei mass media e della pubblicità, nonché da una forma di pseudo-progresso che è avanzato quasi sempre lungo una direzione anti-umana.

A ben vedere anche la sensazione che la sovrappopolazione sia un grosso pericolo per la sorte del pianeta (e che possa essere risolto solo "grazie" a guerre ed epidemie) è indotta dallo stesso tipo di manipolazione di cui sopra. Devo dire che molte persone, pur sapendo di veri e propri crimini globali come la “geoingegneria clandestina”, tendono a volte a giustificarla (non avendo bene approfondito la questione) asserendo che in fin dei conti se qualcuno tramasse allo scopo di ridurre la popolazione non farebbe poi troppo male. Ci sono persone che invece che rivoltarsi in base ad un vitale istinto di autodifesa, fanno spallucce e quasi giustificano le élite globali che governano questo pianeta: siamo troppi su questo mondo pensano, l’uomo si comporta come un agente distruttore per gli equilibri ecologici del pianeta, affermano.

Quel che tanti non comprendono a fondo, purtroppo, è che se l’uomo agisce in maniera scellerata avvelenando il pianeta su cui egli stesso vive, sono le porprio le potenti élite globali a pianificare questo avvelenamento, rendendo l’uomo comune partecipe in certa misura dello scempio, inducendolo a compiere quotidianamente azioni nocive (come per esempio lavare la biancheria con detersivi che avvelenano l’ecosistema marino) per poi addossare la colpa unicamente su di lui. E per far sì che l’uomo comune non si renda conto della cospirazione che le élite perpetrano, vengono utilizzati sofisticati mezzi di propaganda e di lavaggio del cervello.

Certi romanzi servono (come del resto viene palesemente ammesso nel risvolto di copertina) ad instillare determinate idee nell’opinione pubblica. Il messaggio (ormai non più subliminale) si somma a tanti altri messaggi, vedi ad esempio la storia del cosiddetto riscaldamento globale causato dalle attività umane che starebbe distruggendo gli equilibri climatici del pianeta, in realtà una foglia di fico che serve a nascondere una vera e propriaguerra ambientale) che sta letteralmente distruggendo la biosfera terrestre. Ma a forza di ripetere sempre lo stesso concetto, pubblicità, mass-media e testi scolastici, fanno sì che la gente finisca per introiettarlo.

Il romanzo “Inferno” risale allo scorso anno, un anno prima del recente esplodere di una nuova epidemia di Ebola, ed in esso si parla di tecnologie di manipolazione genetica per immunizzare la popolazione umana (propaganda ai nuovi vaccini?) e ditransumanesimo. Potrebbe sembrare di leggere nel libro una denuncia anche nei confronti di questa filosofia, a me ben poco simpatica, ma … ricordate le parole citate in apertura di articolo? Per altro in certe circostanze vale anche l'adagio che si parli bene, che si parli male, purché se ne parli (è pur sempre pubblicità).

Da notare che sul finire del libro uno dei personaggi afferma:
Esiste un’unica forma di contagio che di trasmette più rapidamente del virus. Ed è la paura.
Sebbene questa volta ci sia da temere che l'agente infettivo sia stato artificialmente creato/trasformato affinché sia davvero pericoloso, è sicuramente tramite la veicolazione della paura che si riesce a manipolare la popolazione e si ottiene la sua "obbedienza".