Loading...

martedì 31 marzo 2015

Riprendersi la sovranità. Pescara 28/03/2015. Mattina - Integrale - Salvo Mandarà



ATTENZIONE: Il video dura 2 ore, MA sulla pagina di Salvo Mandarà
http://salvo5puntozero.tv/category/videoteca/
lo si trova diviso per interventi,.
Si può quindi vedere tutto il video, ma una parte per volta (circa mezz'ora l'una)

Le scie della vergogna. - da Mario B


Pubblicato il 31 mar 2015

ATTENZIONE: Se appare il messaggio "Video privato/rimosso dall'utente" (e quindi sembra di non poter vedre il video),
bisogna andare sulla pagina generale di Mario B. su YouTube, cliccare in alto sul menu "video" e lo si trova. Lo si vede perfettamente.
Non ho capito se è una forma di censura.
Seguo sempre questa procedura (cioè vado sula pagina generale di YouTube, relativamente all'autore di un video che non si apre) e scopro che invece si vede benissimo.

Riprendersi la sovranità. Pescara 28/03/2015. Intervento di Marco Saba:



Pubblicato il 31 mar 2015

PTV News 31 marzo 2015 - Nucleare Iran: conto alla rovescia





Pubblicato il 31 mar 2015
Nucleare Iran: conto alla rovescia / Yemen: c'è in gioco il Medio Oriente / Dragoon ride: lessico famigliare yankee

CENSURA E TOTALE CONDANNA AL SISTEMA SANITARIO NEL SUO COMPLESSO ED IN DETTAGLIO





Pubblicato il 31 mar 2015
CENSURA E TOTALE CONDANNA AL SISTEMA SANITARIO NEL SUO COMPLESSO... ED IN DETTAGLIO LA COMPROMISSIONE SPUDORATA DI PERSONAGGI E DI INTERI SETTORI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E DI SETTORI AMPLISSIMI DEL MONDO ACCADEMICO E GIUDIZIARIO...IN OGNI SUA POSSIBILE SFACCETTATURA

IL FATTO di Luca Curatti - burloni e isis TELECOLOR Green Team


Pubblicato il 13 mar 2015

STERMINIO SEGRETO -Monia Benini


 

Può apparire allucinante, può sembrare assurdo, può suonare incredibile...
Ma come ho dimostrato nel libro ci sono persone nei ristretti gruppi che detengono il potere che non solo se ne lavano le mani se le loro attività hanno effetti letali, ma addirittura, come profeti del dio denaro, si arrogano la facoltà di ruotare il pollice verso, condannando l'umanità a uno sterminio segreto.
Monia Bernini

In sostanza "È più facile uccidere che controllare".

Ogni misura diventa lecita per abbattere il numero di abitanti sul globo terrestre.

Un silenzioso sterminio è in atto nel nostro pianeta; uno sterminio condotto dalle élites al potere che si arrogano qualunque decisione sanitaria sulla popolazione globale.

Ogni diritto è loro.
Anche quello di vita e di morte della popolazione mondiale

Chi comanda il mondo - la canzone di Povia ed il documentario "La centesima scimmia" - "scienzamarcia.blogspot.it"

Qui sotto il video della canzone "chi comanda il mondo" di Povia, dalla colopnna sonora del film La centesima scimmia" di Marco Carlucci, film-documentario che analizza la crisi economica artificiale in cui siamo piombati a causa delle élite occulte che manipolano ogni aspetto della realtà.
In questa canzone (ma anche in altre) Povia dice più verità di tanti altri cantanti cosiddetti "impegnati" , denuncia il mostro dell'Unione Europea, chiede la sovranità monetaria ... Di chi ci governa dice: "oltre che il potere vuole il tuo dolore"; ditemi quale politico si è mai spinto a dire una simile verità. Qui sotto un'anteprima del filmnella quale potete vedere (purtroppo) anche molti gatekeeper, ovvero i soliti guru che dicono qualcosa di vero su alcune cose importanti, per poi nascondere, ridimensionare o persino giurare il falso su cose ancora più importanti. Il risultato è che questo documentario, sebbene potrà aiutare a svegliare la gente, magari indurrà molta gente inesperta a seguire i vari Barnard, Shiva, Benetazzo ... 

Hearing on Fracking Wastewater Well in Sioux County, NE (clip) - BoldNebraska

Pubblicato il 25 mar 2015
Nebraska Oil & Gas Conservation Commission hearing on an out-of-state company's application to export its toxic fracking wastewater into Nebraska, moving 80 truckloads carrying 10,000 barrels per day of pollution destined to be dumped into a disposal well in Sioux County — transferring all the risk onto Nebraska farmers and ranchers.

SIGN the PETITION: DON'T FRACK OUR WATER
ADD YOUR NAME: http://act.boldnebraska.org/sign/frac...

‘US military parade is provocation, another aggressive step by US, NATO’ da RT

Pubblicato il 30 mar 2015
A US army convoy rolls through Eastern Europe and gets a cold reception in Prague as anti-NATO activists protest against the parade of military hardware. Richard Becker from the anti-war Answer Coalition says the ‘Dragoon Ride’ march is another aggressive move by NATO.

RT LIVE http://rt.com/on-air

Subscribe to RT! http://www.youtube.com/subscription_c...

Like us on Facebook http://www.facebook.com/RTnews
Follow us on Twitter http://twitter.com/RT_com
Follow us on Instagram http://instagram.com/rt
Follow us on Google+ http://plus.google.com/+RT
Listen to us on Soundcloud: https://soundcloud.com/rttv

RT (Russia Today) is a global news network broadcasting from Moscow and Washington studios. RT is the first news channel to break the 1 billion YouTube views benchmark.

nocensura.com: Martedì 31 Marzo : in piazza per difendere corpo forestale

nocensura.com: Martedì 31 Marzo : in piazza per difendere corpo f...: Pecoraro Scanio: " Nessun Regalo ad Eco ed AgroMafie" "Domattina alle 9,30 sarò di fronte palazzo Madama e alle 14,30 in p...

Microchip alla Fincantieri per controllarli (Gli operai si ribellano) VIDEO da vedere e divulgare! da "sapereeundovere.it"


Pubblicato il 27 mar 2015
E con la scusa del JOBS ACT (vedi controllo a distanza)
dell'IDIO-PUPO Renzi... cominciano a provarci ufficialmente...

lunedì 30 marzo 2015

Miscappaladiretta 19/03/2015. Ciao Massimo - Salvo Mandarà

Miscappaladiretta 19/03/2015. Ciao Massimo.: https://youtu.be/8XbaQdpMaHE

Heavy blasts outside Yemen’s capital, attack on Scud missile storage feared - RT

Heavy blasts outside Yemen’s capital, attack on Scud missile storage feared: https://youtu.be/bM2IFoLu1Rw



RT a mis en ligne la vidéo Heavy blasts outside Yemen’s capital, attack on Scud missile storage feared.
Heavy blasts outside Yemen’s capital, attack on Scud missile storag...
RT
Pillars of fire are rising over the Yemeni capital of Sanaa, according to dramatic images flooding social media, amid reports that a Scud missile facility on Faj Attan Hill, just outside the city, has fallen under a new attack.

FOR MORE, VISIT http://on.rt.com/y5vqqt

RT LIVE http://rt.com/on-air

Subscribe to RT! http://www.youtube.com/subscription_center?add_user=RussiaToday

Like us on Facebook http://www.facebook.com/RTnews
Follow us on Twitter http://twitter.com/RT_com
Follow us on Instagram http://instagram.com/rt
Follow us on Google+ http://plus.google.com/+RT
Listen to us on Soundcloud: https://soundcloud.com/rttv

RT (Russia Today) is a global news network broadcasting from Moscow and Washington studios. RT is the first news channel to break the 1 billion YouTube views benchmark.

TESTIMONIANZA SHOCK DI UN MEDICO EX MASSONE da "EsserciOra"

TESTIMONIANZA SHOCK DI UN MEDICO EX MASSONE: https://youtu.be/wy8j1x5lZg4

Un Drago USA si aggira per l'Europa - PandoraTV


Pubblicato il 30 mar 2015
Un convoglio di mezzi militari e truppe in viaggio per 1.800 chilometri attraverso sei nazioni: Estonia, Lituania, Polonia, Lettonia, Repubblica ceca e Germania.

L’operazione “Dragoon ride”, iniziata in Estonia, si concluderà con l’arrivo del convoglio militare americano in Germania il 4 aprile prossimo. Una colossale operazione di propaganda e un'insolita dimostrazione di forza. Contro chi?

domenica 29 marzo 2015

Giulietto Chiesa presenta E' arrivata la bufera Biblioteca comunale di Milano



Pubblicato il 29 mar 2015
Presentazione dell'ultimo libro di Giulietto Chiesa

Rudolf Hess,il buco nero della II Guerra Mondiale Accademia della libertà

Rudolf Hess,il buco nero della II Guerra Mondiale: https://youtu.be/vcHPOxJLkro

Giuseppe Povia - Il bambini fanno ooh!

Giuseppe Povia - Il bambini fanno ooh!: https://youtu.be/P0gj9VifVxg

LA BUFALA DELLA MEDICINA TRADIZIONALE da altrarealta.blogspot.it

Come e perché da centinaia di anni la medicina tradizionale uccide (in risposta al seguente articolo :http://www.wired.it/scienza/medicina/2014/09/26/cosa-nuova-medicina-germanica-hamer )



Questa foto, proveniente dal medesimo articolo, contiene già in sé una risposta : vi fu un tempo in cui non vi era una frammentazione delle conoscenze, tanto più nella maniera spropositata a cui possiamo assistere oggi. Non solo chi conosce (o pensa di conoscere) una disciplina sulla base di quello che i testi approvati dai vari “ministeri” affermano non ha ne l’intenzione né il tempo di studiare dell’altro, ma addirittura all’interno del campo medico vi sono una marea di “specialisti” che si occupano del loro piccolo, piccolo orticello senza considerare tutto il resto. Andare dal medico al giorno d’oggi è come andare da un meccanico, il quale, però, si occuperà solo dei pneumatici, o solo dei freni, o solo del volante, cosicché per rimettere a posto moto la vostra macchina non solo dovrete investire molto più tempo, ma, come minimo, dovrete ricominciare il “tour” parecchie volte, spesso senza arrivare ad una soluzione. Il corpo è esattamente questo : una macchina biologica del quale gli scienziati non hanno ancora capito nulla. In compenso si ostinano ad etichettare chi mette in discussione i loro assunti come negazionisti, truffatori (senti chi parla), antisemiti (provare per credere), latitanti, terroristi, e chi più ne ha più ne metta. Non sanno spiegare l’anello mancante, quel salto quantico che separa Miss Italia dall’HOMO ERECTUS, non sanno quale sia la funzione del DNA, e poiché non lo comprendono, lo definiscono “DNA SPAZZATURA” (chi disprezza compra!).

Non sanno che cosa vi sia all’origine delle “malattie”, brancolano nel buio e ogni settimana le loro riviste “d’avanguardia” pubblicano studi sperimentali effettuati su tessuti morti (come in foto). Ma nessuno di loro studia la vita! E’ ovvio, e lo capirebbe anche un bambino, che la macchina biologica che ospita la vita non può prescindere da essa! Ma perché non lo capiscono? (O non vogliono capirlo) ? Proprio perché la società li indirizza nel loro percorso di studi su dei binari morti, stagnanti, non sanno che cosa sia la vita, da dove nasce e dove porta. Ignorano completamente la natura dell’universo e spediscono sonde alla ricerca di “resti biologici” (e cioè di morte) quando invece basterebbe studiare l’essere umano (ma studiarlo per davvero) per capire che la materia è un riflesso di qualcos’altro. Ce lo hanno insegnato tutti i popoli antichi all’unisono, e sono vicini a dimostrarlo gli studi sull’acqua di Masaru Emoto così come l’esperimento delle due fessure di meccanica quantistica, ma questi sono solamente i primi due esempi che mi vengono in mente, e che inequivocabilmente dimostrano che è il pensiero a generare la materia e non è il contrario. Così disse anche Giordano Bruno, che all’epoca veniva appunto accusato di essere blasfemo/antisemita/latitante/terrorista e che adesso viene incensato…ma solo a parole. Nei fatti l’uomo continua a comportarsi come prima : stabilisce a priori quale sia la verità e chiunque osi contestarla, anche se con prove alla mano, viene messo ai margini della società. Il caso del dottor Hamer, confinato in Norvegia, è uno dei più emblematici. Per chi volesse approfondire il materiale è reperibile ovunque, ma basti sapere che la chiave è nella quinta legge biologica elaborata dallo stesso Dirk :

“Le malattie non rappresentano un errore della natura, da combattere, bensì eventi sensati. Se smetti di considerare le presunte malattie come qualcosa di “maligno”, errori della natura o punizioni di Dio, ma le intendi come parti o singole fasi dei nostri programmi speciali, biologici e sensati (fatti per salvarci la vita in caso di pericolo), si evidenzia il senso biologico che è contenuto in ognuno di essi “

In realtà il “maligno” non esiste in nessun ambito, così come non esiste alcun “dio” (quantomeno rispetto alla concezione distorta che ne abbiamo). Questo dualismo è però alla base del sistema di potere che si è instaurato su questo pianeta, e che non potrebbe prescindere da esso. E’ iniziato con la religione, influenzando il comportamento delle persone per secoli, accusandole di un peccato insussistente fin dalla nascita, per colpevolizzarle durante l’intera vita e prospettare loro la minaccia dell’inferno. Ora i tempi sembrano essere cambiati, ma solo in apparenza. La verità è che il collante che tiene unita la società è la paura : paura di non essere accettati, paura di non soddisfare le aspettative dei genitori o degli altri, paura di non riuscire a competere e/o a realizzarsi, paura di rimanere senza soldi, paura di ammalarsi, e via dicendo. Day-by-day le autorità si inventano nuovi spauracchi per diffondere questa sensazione (ultimamente va di moda il terrorismo) per poi presentarsi agli occhi del popolo come un padre affettuoso che li proteggerà da tutto ciò. Se l’uomo fosse conscio della sua natura IMMORTALE non avrebbe bisogno di qualcuno o qualcosa che li protegga, perché conscio di essere INDISTRUTTIBILE e INDISSOLUBILE. Ma l’intento è quello di agganciare l’uomo alla materialità il più possibile. Oppure di traviarlo con credenze bislacche. Anche questo è l’ennesima forma di dualismo tramite il quale la vera conoscenza viene “frammentata” e l’uomo è chiamato a scegliere: o di qua o di là. Destra o sinistra, repubblicano o democratico, ateo o credente, cristiano o satanista, e così via. Così facendo viene “polarizzato” in una direzione e perde di vista quegli elementi che potrebbero aiutarlo a conoscere se stesso, e di conseguenza, la realtà che lo circonda.

Vogliono Creare Ogm Umani Mettendo a Rischio il Futuro dell’Umanità - da sapereeundovere.it

«Vogliono creare Ogm umani, mettendo a rischio tutta la specie. E non esagero». Angelo Vescovi, ricercatore e professore di biologia all’università Bicocca, si scaglia «da agnostico» contro le tecniche di modifica del Dna degli embrioni umani pubblicizzate nelle ultime settimane. Sull’autorevole rivista Nature è appena stato pubblicato un appello contro questo tipo di sperimentazione, ideato in teoria per curare malattie, ma che per Vescovi «mette in pericolo il futuro dell’umanità».
L’appello è stato lanciato dal presidente dell’Alleanza per la Medicina rigenerativa e da altri quattro ricercatori, tra cui Fyodor Urnov, uno dei pionieri in questo campo. Come mai?
Le tecniche di correzione del patrimonio genetico sono già utilizzate per editare il genoma di una cellula. Questo processo va giudicato come si fa con la fissione atomica, che si può usare per scopi buoni o cattivi: è estremamente utile se usato sulla linea somatica del corpo, per provare a correggere problematiche che non influenzano tutto l’organismo ma solo certi tipi di cellule. Il problema, da cui nasce l’appello, si presenta invece quando si vuole correggere la cosiddetta linea germinale e quindi quelle strutture che, direttamente o indirettamente, portano modifiche a tutta la progenie.
Che problemi ci sono se si modifica il Dna per debellare una malattia?Dal punto di vista del principio strettamente analizzato, sembrerebbe ancora un tentativo di cura. Ma in realtà non è così. Perché quello che si fa in questa sperimentazione è creare un individuo malato, da curare poi modificandogli il Dna. È come dire: «Guarda, non preoccuparti, ti faccio nascere malato ma poi provo a curarti», con conseguenze imprevedibili. Ci rendiamo conto?
In che senso conseguenze imprevedibili?Per correggere il gene “A” devo mettere in conto errori o perdite intrinseche alla natura del procedimento. Gli stessi enzimi che naturalmente riparano il Dna fanno degli errori. Perciò la cosa si aggrava: produci in laboratorio un individuo malato, provando a curarlo senza sapere se riuscirai e sapendo che comunque farai degli errori di cui non puoi conoscere le conseguenze. Questo processo ha un solo nome: determinismo violento nei confronti di chi viene al mondo.
nature-appello-dnaCome si può giustificare una tecnica del genere?Dicono che anche gli enzimi che riparano naturalmente il Dna di ogni individuo accumulano in una nuova generazione una cinquantina di mutazioni. Bene, rispondo, siccome già si accumulano noi che cosa facciamo, ne aggiungiamo appositamente altre? È un argomento senza senso. Inoltre noi conosciamo bene la specie umana: queste stesse tecniche di editing sulla linea germinale possono essere usate per modificare geni che poco hanno a che fare con la malattia. Per esempio, per incrementare la resistenza ad alcune infezioni. Siamo quindi a un passo successivo, dove non voglio più guarire una malattia, ma solo diventare più forte. Ma se, per esempio, muto il Dna per renderlo più resistente all’Hiv, con le popolazioni batteriche virali che si trasformano molto più velocemente di quelle umane, il virus potrebbe forse non attecchire più in questi pazienti ma anche modificarsi in maniera tale da bypassare in futuro la mutazione stessa. Significherebbe aver reso l’Hiv ancora più letale per il tipo di mutazione che ho introdotto. E se ciò fosse stato realizzato su un’ampia branca della popolazione, avremmo messo a rischio la specie umana.

Clicca su MI PIACE per seguirci su Facebook

Ci sono altre conseguenze possibili?Per pura ipotesi, la cosa più banale che potrebbe accadere è l’insorgenza di tumori. La cosa peggiore potrebbe essere che, dopo qualche generazione, si blocchi la capacità riproduttiva dell’individuo, con effetti drammatici sulla fertilità della popolazione umana. Ma a valle di questo determinismo sfrontato, le conseguenze sono incalcolabili. Lo ripeto: non abbiamo una capacità di calcolo per prevedere cosa accadrà. Possiamo basarci solo sugli studi epidemiologici: cioè provare a vedere nell’arco di generazioni che cosa accadrà. Ci vorranno secoli e visti i rischi, non si può usare come cavia la specie umana.
Impossibile andare oltre?C’è un passo estremo. Queste modifiche potrebbero essere fatte per cambiare il colore degli occhi o l’altezza di un figlio. Non lo permetteremo? Una volta fatta la regola, sappiamo che c’è chi è pronto a violarla. Non immaginate genitori così folli da spendere milioni di euro per avere un figlio perfetto? Vi ricordo che c’è gente che mette i suoi cavalli sull’aereo, spedendo milioni di euro all’anno, per portarli ad alta quota e farli ossigenare.
Non esagera?
Penso a quando si cominciò a parlare della clonazione. Io ed altri scienziati facemmo notare che si aprivano le porte alla manipolazione genetica e ci diedero dei pazzi. Sono passati dieci anni. Eccoci qui a produrre Ogm umani mettendo a rischio la loro salute, la natura dell’individuo e il futuro dell’umanità. Non esagero.
L’appello su Nature è firmato da un gruppo di scienziati laici e ben lontani dagli ambienti religiosi.Qui la religione non c’entra nulla. Io sono agnostico, ma qui si tratta di usare un innato rispetto per l’essere umano, per cui si dovrebbe rifiutare di esporre lui, la sua progenie e quindi l’umanità a un pericolo così grave. Si tratta di frenare un delirio di onnipotenza, assecondato da interessi ideologici, ma sopratutto professionali ed economici. Il primo che si azzarda a dire che chi si esprime chiedendo cautela è un moralista, o peggio ancora un oscurantista o un bigotto, si guardi allo specchio nudo e capisca che sta vedendo una scimmia nuda che fa violenza alla logica. E si vergogni.
Quale delirio?Ci siamo convinti di poter fare tutto controllando tutto. Ma si tratta di un’illusione delirante, perché la nostra ignoranza non è abissale. Perché abissale è troppo poco per esprimere quello che siamo ancora: degli ignoranti che cercano di comprendere. E che, se va bene, capiscono un milionesimo di quella che è la fisiologia umana, ossia di tutti i fenomeni che regolano la nascita, la morte e l’attività di un essere umano. Non mi sorprende quindi l’appello: signori stiamo andando oltre. Fermiamoci.
Pubblicato il 29 mar 2015
DOCUMENTARIO SHOCK DI COSA E' AVVENUTO VERAMENTE L'11 SETTEMBRE 2001 ALLE TORRI GEMELLE.

Ci sono stati molti ottimi film e video sull’11 settembre, ma l’ultimo film del regista Massimo Mazzucco è in una categoria a parte. Per tutti quelli come noi che da tempo lavorano sull’11 settembre, questo è il film che stavamo aspettando.

Mentre ci sono ottimi film che trattano la falsità di alcuni aspetti particolari della versione ufficiale, come le Torri Gemelle o il WTC7, Mazzucco ci offre una trattazione completa e ben documentata che copre praticamente tutti gli argomenti più importanti dell’11 settembre.

Ci sono stati, ovviamente, dei film che hanno trattato la fiction della versione ufficiale come se fosse la verità. E ci sono stati dei film di fiction che mostrano le vicende dei protagonisti che iniziano a sospettare la falsità della versione ufficiale.

Ma non c’è nessuna fiction nel film di Mazzucco, se non per il fatto che denuncia in modo limpido e implacabile come ogni singolo aspetto della versione ufficiale sia soltanto una fiction.

Viste le intenzioni e il livello di approfondimento, Mazzucco ha prodotto un film di 5 ore così affascinante e ben ritmato che molti vorranno vederlo tutto in una volta sola. Ma questo non è necessario, poichè il film – contenuto in 3 DVD – è composto da 7 parti diverse, ciascuna delle quali è divisa nei relativi sottocapitoli. [...]

Le 7 parti coprono la difesa aerea, i dirottatori, gli aeroplani, il Pentagono, il volo 93, le Torri Gemelle e l’Edificio 7. In ciascuna di queste parti, dopo aver presentato i fatti che smentiscono la versione ufficiale, Mazzucco affronta le dichiarazioni dei debunkers, cioè di coloro che cercano di “smontare” le prove presentate dai ricercatori sull’11 settembre. L’introduzione, che riflette il titolo del film, mostra 12 interessanti paralleli fra Pearl Harbor e l’11 settembre.

Questo film può educare coloro che non sanno nulla dell’11 settembre (al di là della versione ufficiale), coloro che hanno una relativa conoscenza dei vari problemi legati alla versione ufficiale, e persino i più esperti (io stesso ho appreso molte cose).

Mazzucco sottolinea che il film riassume 12 anni di dibattito sull’11 settembre, e le persone che in tutti questi anni hanno combattuto per la verità sui fatti di quel giorno vedranno le loro fatiche ben ripagate: ora esiste finalmente un film di ottima qualità, accuratamente documentato, che mostra in maniera eclatante come la versione ufficiale dell’11 settembre sia una bugia dall’inizio alla fine.

FONTE: WWW.LUOGOCOMUNE.NET

SOLITUDINE da altrarealta.blogspot.it


«La solitudine ti fa ascoltare l’anima e spegnere le luci finte.»
(Raffaele Morelli – La felicità è qui, Mondadori p.33)

«E’ necessaria una cosa sola: solitudine, grande solitudine interiore. Volgere lo sguardo dentro sè e per ore non incontrare nessuno: questo bisogna saper ottenere.
L’amore consiste in questo, che due solitudini si proteggono a vicenda, si toccano, si salutano: » (Rilke)

«E’ importante avere sempre un contenuto da portare in un rapporto, e spesso lo si trova nella solitudine.» (Jung)

“La solitudine è per me una fonte di guarigione che rende la mia vita degna di essere vissuta. Il parlare è spesso un tormento per me e ho bisogno di molti giorni di silenzio per ricoverarmi dalla futilità delle parole.”
(Carl Gustav Jung)

«…il trovarsi soli con il proprio Sé, o qualsiasi altro nome si voglia dare all’oggettività dell’anima. Essi devono esser soli, non c’è scampo, per far l’esperienza di ciò che li sorregge quando non sono più in grado di sorreggersi da sé. Soltanto questa esperienza può fornir loro un fondamento indistruttibile.»
(Jung in “Psicologia e Alchimia”)

«La solitudine non deriva dal fatto di non avere nessuno intorno, ma dalla incapacità di comunicare le cose che ci sembrano importanti, o dal dare valore a certi pensieri che gli altri giudicano inammissibili. La solitudine cominciò con le esperienze dei miei primi sogni, e raggiunse il suo culmine al tempo in cui mi occupavo dell’inconscio. Quando un uomo sa più degli altri diventa solitario. Ma la solitudine non è necessariamente nemica dell’amicizia, perché nessuno è più sensibile alle relazioni che il solitario, e l’amicizia fiorisce soltanto quando ogni individuo è memore della propria individualità e non si identifica con gli altri.»
(C.G.Jung – Ricordi, Sogni, Riflessioni)

«Il soggetto umano è cambiato: l’intimità e la solitudine hanno perduto il loro valore, le qualità individuali sono divenute sempre più di tutti, il singolo ricerca la collettività, la moltitudine, spesso parossistica musica, l’espressione del noi invece che espressione dell’io.»
(Roland Barthes)

«Quindi nella solitudine c’è una percezione maestra che ci indica la via. Nella nostra cultura, la solitudine non è più vista come una saggia maestra che ci indica la via.
Nella nostra cultura, la solitudine non è più vista come una saggia maestra di vita, non è più un’alleata, ma una facile occasione per imitare modelli come quello del Grande Fratello. Per noi la solitudine è una maledizione, quando dovrebbe essere invece accolta come una buona notizia.
Che ci aiuta a indagare e a scoprire chi siamo.»
(Raffaele Morelli – La felicità è qui, Mondadori p.39)

«L’uomo cosmico non può temere la solitudine, perché nel cosmo non si è mai soli. […] Quando gli antichi, per capirsi bene, parlavano dei genitori, si interrogavano così: “Ma tu hai perso la mamma?” o “Hai perso la mamma che hai conosciuto?”; “Ma hai perso tua madre, o hai perso la madre che hai conosciuto?”. Ebbene la mamma del mondo, quell’energia che genera l’essere che sei, non si perde mai. E’ sempre lì è sempre stata lì. Quindi anche nella solitudine più totale il signore o la signora del mondo ti stanno guidando…Non siamo mai soli.»
(Raffaele Morelli – La felicità è qui, Mondadori p.36)

«Pensiamo che la nostra solitudine nasca dall’assenza di relazioni o da relazioni sbagliate. Abbiamo perso di vista la parola “solitudine” e il suo vero significato perché ci siamo identificati esclusivamente nelle relazioni che intratteniamo. E una volta compromesse ci ritroviamo nel deserto.»
(Raffaele Morelli – La felicità è qui, Mondadori p.34)

«I veri grandi spiriti costruiscono, come le aquile, i loro nidi a grandi altezze, nella solitudine.»
(Arthur Schopenhauer)

«Tutti coloro che prendono seriamente se stessi e la vita, vogliono stare soli, ogni tanto. La nostra civiltà ci ha così coinvolti negli aspetti esteriori della vita, che poco ci rendiamo conto di questo bisogno. Eppure la possibilità che offre, per una completa realizzazione individuale, sono state messe in rilievo dalle filosofie e dalle religioni di tutti i tempi. Il desiderio di una solitudine significativa non è in alcun modo nevrotico; al contrario, la maggior parte dei nevrotici rifugge dalle proprie profondità interiori, ed anzi, l’incapacità di una solitudine costruttiva è per se stessa un segno di nevrosi. Il desiderio di star soli è un sintomo di distacco nevrotico soltanto quando l’associarsi alla gente richiede uno sforzo insopportabile, per evitare il quale la solitudine diviene l’unico mezzo valido.»
(Karen Horney “Our Inners Conflicts)

«…e tradire la propria solitudine può rivelarsi estremamente pericoloso (…). Si cerca un altro, un punto esterno a noi, per soffocare la tristezza, per avvolgere la solitudine: prevalgono la paura e l’ansia… […] Non c’è nulla di patologico nel cercare incoraggiamento nell’amicizia e nell’amore degli altri, direi anzi che si tratta di una manifestazione di piena salute; è di altro, però che stiamo parlando, dell’incapacità totale di fondare la propria esistenza intorno a un centro interiore e della compulsione a riempire sempre il proprio vuoto con punti di riferimento esterni, siano essi gli altri, il lavoro, le droghe e ogni altra forma di ‘addiction’. Il tradimento che questo modo di vita sottende si caratterizza come duplice: in primo luogo viene tradito il pianto dentro di noi, il pianto che si sforza penosamente di comunicarci qualcosa, proprio come un bambino inascoltato; in secondo luogo vengono traditi gli altri, quelli cui ci rivolgiamo per farci “riempire” un po’: in questo caso infatti per noi interessante è non tanto l’altro, con la sua umanità, ma il fatto che egli ci posa gratificare con la sua prestazione di presenza. (…) Ci interessa soltanto (…) soverchiare la tristezza con il rumore.»
(Amare Tradire: Quasi un apologia del tradimento, di Aldo Carotenuto, Edizioni Bompiani, p.65)

«Cerca la solitudine: in essa troverai te stesso, e alla natura leverai l’immenso inno dell’amore.»
(Ambrogio Bazzero – Scrittore italiano dell’800)

«Ma io ho bisogno di solitudine, cioè di guarire, di tornare in me, di respirare un’aria libera, leggera, gioconda…» (F.Nietzsche – Ecce Homo)

«Comincia sempre da te; in tutte le cose e soprattutto con l’amore.
….amore è portare e sopportare sè stessi. La cosa comincia così. Si tratta veramente di te; tu non hai ancora finito di ardere; devono arrivarti ancora altri fuochi finchè tu non abbia accettato la tua solitudine e imparato ad amare.»
(C.G.Jung – Libro Rosso)

«In ognuno, c’è qualcosa che non sarà mai compreso da nessuno. Questo qualcosa è la causa stessa della nostra solitudine, della solitudine che ci è connaturale. È questa solitudine rudimentale che dobbiamo accettare in primo luogo.»
(Madeleine Delbrêl)

«C’è una solitudine dello spazio
una solitudine del mare
una solitudine della morte, ma
sono tutte compagnia
paragonate a quell’altro spazio più nel fondo,
quella privatezza polare:
un’anima sola con se stessa
finita infinità.»
(E.Dickinson)

«L’opposto di solitudine non è stare insieme. È stare in intimità.» (Richard Bach)

‎”Odio quelli che mi tolgono la solitudine senza farmi compagnia.”
(Friedrich Nietzsche)

“Sentire la solitudine dei re, senza il potere che consente loro di portare una corona.” (Byron)

“La solitudine non è vivere da soli, la solitudine è il non essere capaci di fare compagnia a qualcuno o a qualcosa che sta dentro di noi, la solitudine non è un albero in mezzo a una pianura dove ci sia solo lui, è la distanza tra la linfa profonda e la corteccia, tra la foglia e la radice.”
(L’anno della morte di Ricardo Reis – JOSE’ SARAMAGO)

Il est encore possible de s'abonner à la formation de C.Maingret "Je repars de zéro" pour créer son travail sur internet

Je vous parlais il y a quelques jours de la formation de Christian Maingret de http://videotutoriel.com/fr/.
"Je repars de zéro" (c'est un des plus fameux web-entrepreneurs français).

Il est encore possible de s' inscrire, pendant quelques jours, avant que le prix de lancement ne double. Maintenant le prix a été fixé par Christian à 4.20 € par semaine, pour les 20 semaines de la formation Beaucoup de gens en ont déjà profité.

Les inscrits vont  recevoir deux vidéos inédites chaque semaine.  Ils seront suivis pas à pas. Le but est de donner à ceux qui désirent créer leur propre travail sur Internet la chance de pouvoir  réussir.

Et nous savons tous qu' en Italie, en ce moment, il est nécessaire de ne plus attendre que quelqu'un nous donne du travail. Il faut le créer. Et il faut savoir comment faire.

Cela peut donc être une occasion pour ceux qui ont perdu leur travail d' en créer un. La seule compétence requise est la bonne volonté...et le français ( mais il n'est pas nécessaire d'écrire comme Proust!), car Christian parle français dans les vidéos et les mails qu'il nous envoie.

Si vous ne connaissez pas Christian Maingret, vous pouvez  regarder quelques-unes de ses nombreuses vidéos sur YouTube.Vous allez comprendre qu'il est pratique,sérieux  et honnête. Et qu' il a le don de se faire comprendre sans peine.

Si vous décidez d'apprendre de lui un nouveau métier, sachez, de toute façon, que vous n'êtes pas obligé de suivre toute la formation (20 semaines) si vous vous apercevez qu' elle ne vous convient pas.

Vous  pouvez vous désabonner de la formation à tout moment, directement de votre compte Paypal.
Vous pouvez  aussi "mettre en pause" la.formation si vous avez besoin de plus de temps pour bien apprendre.

Ne passez pas à côté de cette chance: elle est décidément unique.

ATTENTION:
1 -si vous voulez vous abonner ou bien recevoir de ma part
des informations supplémentaires, écrivez ci-dessous votre prénom et votre adresse email
(c' est l' adresse où je vous enverrai plus d' informations).
2 - Une page en anglais s' ouvrira alors:
elle dit de chercher dans votre boîte email
un courriel de la part de  Elisabetta Furlan (c'est moi). 
3 - Une fois ce courriel ouvert, il faut cliquer sur le link bleu et on a accès 
aux informations et/ou à l'abonnement.