Loading...

martedì 11 aprile 2017

IlCambiamento: Una volta si chiamava carità pelosa: l'umanitario funzionale al potere

http://www.ilcambiamento.it//articoli/una-volta-si-chiamava-carita-pelosa-l-umanitario-funzionale-al-potere

"  L'inganno, l'occulta censura, la mistificazione sono uno strumento imprescindibile per i dominatori. Dire il falso, tacere il vero: questo potrebbe essere il motto, oggi, dei grandi mezzi di comunicazione. Quando l'Impero però comincia a decomporsi, quando per tenere in piedi la sua struttura scricchiolante e marcescente deve vessare e opprimere e distruggere senza più alcuna mediazione o inibizione, l'inganno diventa più difficile, il malcontento e la diffidenza popolare diventano imponenti e problematici da contrastare o "convogliare". Allora l'inganno diventa un'arte e richiede nuovi attori. Per questo nella "troupe" a quel punto entrano le grandi ONG, o associazioni non-profit, o "Charity" come dicono gli inglesi. Associazioni di "carità"; cioè che chiedono a noi la carità mentre i loro funzionari e dirigenti, detti "volontari", prendono stipendi invidiabili o addirittura, i dirigenti, barche di quattrini. Volontari. Non deve essere difficile trovare chi abbia una tale volontà. E come fanno a diventare grandi, le grandi ONG? Coi soldi degli stati e dei capitalisti. "

Amnesty International è finanziata dalla Commissione Europea, dal governo britannico, dalla Open Society Georgia Foundation del famigerato benefattore internazionale George Soros, solo per citarne alcuni. "

Save the Children, cacciata da Pakistan e Siria con l'accusa di lavorare per la CIA "

Tra i finanziatori di Medici Senza Frontiere ci sono Goldman Sachs, Citigroup, Bloomberg, e Richard Rockfeller, padrone e dirigente di svariate multinazionali, è stato per ventun anni presidente della filiale USA di questa organizzazione caritatevole che si è trovata spesso in situazioni ambigue sui teatri di guerra, accusata di essere di parte e non necessariamente dalla parte giusta. Accusata di lanciare falsi allarmi per false epidemie che però richiedevano vere campagne di vaccinazione. Naturalmente, anche qui non mancano Soros e Bill Gates. "

Bill Gates e consorte sono proprietari delle ditte farmaceutiche che producono vaccini, danno soldi a Save the Children e Medici senza Frontiere, che ne trattengono quel che serve per i propri stipendi e il resto lo restituiscono ai patron Gates comperando i loro vaccini "