Loading...

lunedì 17 aprile 2017

Maurizio Blondet: SIRIA. SILENZIO SULLA STRAGE VERA DI BAMBINI. PERCHE’ IL MANDANTE

http://www.maurizioblondet.it/siria-silenzio-sulla-strage-vera-bambini-perche-mandante/

Il punto è che i media anglo e occidentali non dicono chi è stato.
La  BBC, citando la sua corrispondente in Medio Oriente Lina Sinjab, ha avuto il coraggio  di scrivere: “Secondo lei, non è chiaro in che modo il veicolo [con l’esplosivo] possa essere arrivato sul posto senza  il permesso del governo”:  senza naturalmente specificare che i bus si trovavano ancora in attesa  nella zona  controllata dai terroristi, non dal governo Assad;  una zona, si noti,  a ridosso della Turchia, con la frontiera aperta,  "

" Giornali come Le Monde hanno ripetuto la vile insinuazione "

" Un tale falsificazione dei media non si può spiegare, ovviamente, che con l’opera dei Padroni del Discorso.  I mandanti generali di tutta la destabilizzazione che da 16 anni l’America e l’Occidente sparge attorno ad Israele, per volontà della lobby ebraica. "

" sul New York Times, un columnist famoso, chiamato  Thomas Friedman, con la mente fissa al bene di Sion, ha consigliato Trump non di debellare l’Is, ma di armarlo ancora di più.
L’articolo è qui, pubblicato il 14 aprile (un giorno prima della  strage in Siria):
Si spazientisce, Friedman,   divorato dallo zelo per Sion: “Ma perché Trump combatte l’ISIS in Siria?”. Non deve!  “Lasci che l’ISIS sia il rompicapo di Assad, dell’Iran, di  Hezbollah e della Russia –  "